286 Visitatori + 0 Utenti = 286


 crisi dei 40…
 Mondo Auto (125 risp.)
 8 cilindri in linea
 Mondo Moto (515 risp.)
 fenomeno del giorno
 Archivio media (2151 risp.)
 domanda burocratica
 Mondo Auto (14 risp.)
 vendite italia 2022
 Mondo Auto (47 risp.)
 mercedes 2.0t oltre 400cv
 Altre news... (7 risp.)
 tesla: 950mila consegne nel 2021
 Altre news... (22 risp.)
 curve ricarica elettrica
 Mondo Auto (2 risp.)
 grappler police bumper
 Mondo Auto (5 risp.)
 richiamo ferrari
 Service (26 risp.)
 motogp2020
 Sport (158 risp.)
 f1 2022
 Sport (21 risp.)
 crisi dei ricambi
 Mondo Auto (1 risp.)
 ducati monster 1200r
 Mondo Moto (78 risp.)
 numeri al semaforo
 Mondo Auto (9 risp.)
 ode al diesel
 Mondo Auto (50 risp.)
 muscle car
 Auto d'epoca (327 risp.)
 gara di rottamazione auto storiche
 Auto d'epoca (10 risp.)
 alternativa a telepass
 Mondo Auto (31 risp.)
 mercedes elettrica fà 1000km con u...
 Mondo Auto (9 risp.)
 consumo olio dopo lunghe discese
 Service (23 risp.)
 losna che fa velo, honda, beta, fa...
 Mondo Moto (116 risp.)
 audi q4 e-tron: this function has ...
 Mondo Auto (9 risp.)
 lego technic volvo 940
 Mondo Auto (6 risp.)
 raduno a pranzo nel barolo - 19 ma...
 Raduni (293 risp.)
 l'automobile
 Mondo Auto (30 risp.)
 nuova passat 2023
 Altre news... (5 risp.)
 alfa romeo tonale [thread ufficial...
 Altre news... (60 risp.)
 spazio e confort
 Mondo Auto (29 risp.)
 consumo anomalo pneumatico posteri...
 Mondo Auto (38 risp.)
 auto elettriche e parcheggi sotter...
 Mondo Auto (18 risp.)
 lamborghini ibride ed elettriche, ...
 Mondo Auto (3 risp.)
 il nuovo vettore energetico
 Tecnica (31 risp.)
 m3 touring
 Altre news... (1 risp.)
 bollo nlt
 Altre news... (2 risp.)
 info pratiche iscrizione auto vent...
 Mondo Auto (4 risp.)
 fabry rock su youtube
 Mondo Moto (6 risp.)
 adria chiude definitivamente
 Sport (1 risp.)
 n'duro pistone
 Mondo Moto (80 risp.)
 il topic della colonnina davanti a...
 Mondo Auto (0 risp.)
 quanto e' difficile driftare ?
 Tecnica (0 risp.)
 endurance llcc - cremona - best la...
 In pista (0 risp.)
 viaggio a pesaro
 ilPistone viaggiatore (75 risp.)
 listini e listoni
 Mondo Auto (20 risp.)
 ferrari purosangue
 Mondo Auto (11 risp.)
 s2000 elettrica
 Mondo Auto (10 risp.)
 volvo es480 con 77km
 Auto d'epoca (48 risp.)
 goodyear: pneumatici senz'aria e 1...
 Mondo Auto (6 risp.)
 auto elettrica "autogol"...
 Mondo Auto (2 risp.)
 esp e abs non funzionano, ma zero ...
 Service (51 risp.)
 f1 2021
 Sport (212 risp.)
 tesla sotto esame dell'nhtsa: inch...
 Mondo Auto (0 risp.)
 nissan (fairlady) z
 News (33 risp.)
 vw taigo e il mondo che è andato a...
 Mondo Auto (15 risp.)
 situazione motorini italia per min...
 Mondo Moto (24 risp.)
 e dopo il palpatore di plance...
 Mondo Auto (6 risp.)
 garage auto: cosa è permesso tener...
 Mondo Auto (4 risp.)
 te la do io la lambretta
 Mondo Moto (4 risp.)
 proroga scadenza patenti causa eme...
 Difendersi dalle multe ingiuste (13 risp.)
 particelle olio motore dopo primi ...
 Mondo Moto (2 risp.)
 assistenza gratuita on line
 Difendersi dalle multe ingiuste (1 risp.)
 guanti riscaldati a batteria
 Mondo Moto (10 risp.)
 manutenzione vw
 Tecnica (3 risp.)
 &re@
 Presentazioni e censimento (11 risp.)

+  ilPistone.com
|-+  Dal mondo...
| |-+  Altre news...
| | |-+  Case europee rallentano l'addio all'endotermico
Pagine: [1] 2 3 ... 5 Vai Giù Stampa
   Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
Patarix Alessandro
Gennaio 26, 2022, 20:53:36 pm
Global Moderator, V12, 12377 posts
Piede sul freno. Fino a ieri era una corsa a dichiarare le date del passaggio definitivo alle zero emissioni. Ma da un po’ di settimane, sulla transizione elettrica, si moltiplicano i distinguo nelle esternazioni dei grandi costruttori. E se pure da Wolfsburg arrivano dei segnali di prudenza sui tempi, sulle modalità e persino sull’opportunità dell’abbandono dei motori termici, vuol dire che nelle grandi strategie qualcosa sta cambiando.

Un allineamento di segnali non casuale. Posizione non isolata. Carlos Tavares, quasi nello stesso momento, ha ribadito la sua visione: “Con il mix energetico dell’Europa, un veicolo elettrico deve percorrere 70 mila chilometri prima di compensare l’impronta di CO2 creata dalla fabbricazione della batteria. Alla fine, è meglio accettare auto ibride termiche molto efficienti, in modo che l’auto rimanga accessibile, o è necessario avere veicoli 100% elettrici che le classi medie non potranno permettersi (…)? Questo è un dibattito sociale che mi piacerebbe avere”. Nel frattempo, Stellantis ha presentato un rinnovato motore turbodiesel, da produrre a Pratola Serra, e la BMW ha annunciato che investirà su una nuova famiglia di propulsori endotermici, sia a benzina sia a gasolio. Un allineamento di segnali che non sembra una coincidenza.

Ora si può dire che il re è nudo. Che cosa sta succedendo, dunque? Un generale ripensamento sulla strategia della transizione all’era elettrica? Una marcia indietro? Cerchiamo di fare chiarezza. Intanto, meglio dire subito che non è così. L’auto a batteria resta l’obiettivo a tendere. Quello che sembra incrinarsi è l’approccio oltranzista che individua nell’elettrico non una delle soluzioni per abbattere la CO2 e quindi il riscaldamento globale, da impiegare insieme con altre, ma l’unica e indiscutibile ricetta. Un approccio che era nato dalla oggettiva convergenza tra le istanze ambientaliste più radicali e l’interesse di alcuni gruppi automobilistici – in primis Volkswagen – che sulla svolta elettrica hanno scommesso tutto, mettendo a repentaglio la loro stessa sopravvivenza nel caso che l’auspicata conversione del mercato non si verificasse. Tutti i costruttori sono ormai impegnati in questa sfida epocale, con piani di introduzione di un numero crescente di modelli elettrici e, in taluni casi, con date prefissate per l’abbandono della propulsione termica da tutti i loro nuovi modelli. Ma a parte i pochi che sono già pronti - entro il 2025 - alla transizione totale alle zero emissioni, la maggior parte è preoccupata delle conseguenze a vari livelli – di mercato, occupazionale, finanziario – che un passaggio troppo rapido all’elettrico comporterebbe (temi su cui il nostro giornale, nell’edizione cartacea come sul web, è più volte intervenuto, raccontando le contraddizioni di una rivoluzione affrettata). Molti manager di punta lo hanno ripetutamente espresso e sicuramente altre voci si leveranno, perché ormai è sdoganato dire che “il re è nudo”. Cioè che considerare raggiungibili certi obiettivi temporali ha in sé una bella dose di ipocrisia.

Le ragioni di una svolta. Ma che cosa ha determinato questa incrinatura del fronte elettrico? Una serie di circostanze, contingenti e strutturali. Vediamole. Tra le prime, la più importante riguarda la crisi dei microchip: è ormai chiaro a tutti che la carenza delle forniture è destinata a durare molto più di quanto alcuni pensassero originariamente. L’anno scorso diversi osservatori davano il terzo trimestre del 2021 come orizzonte temporale per il ritorno a una relativa normalità. Il nostro giornale era molto scettico su questa prospettiva, e in effetti ora si parla di un altro anno nella stessa situazione. I tempi di attesa per un’auto nuova superano abbondantemente i sei mesi, in alcuni casi sono vicini ai dodici. Le Case stanno posticipando diversi lanci di nuovi modelli. Ora, considerando che le vetture elettriche richiedono una quantità di semiconduttori maggiore di un’auto a combustione, inevitabilmente i ritardi si accumuleranno spostando in avanti, non sappiamo ancora di quanto, tutto il programma di conversione alle zero emissioni. Tra le questioni strutturali, invece, ne saltano all’occhio due: gli squilibri geografici e un bacino di consumatori ancora troppo ristretto.

Cliente cercasi disperatamente. Sul primo punto l’Acea (l’associazione europea dei costruttori) sottolinea, già da qualche anno, che i sei Paesi con il Pil più alto (Germania, Regno Unito, Francia, Olanda, ma ci sono anche Italia e Spagna) generano oltre due terzi della domanda europea di Bev. È l’immagine di un continente a due velocità che non soltanto si scontra con l’idea di un’Europa unita e solidale, ma che rischia di creare non poche difficoltà alle Case nella pianificazione strategica dei prodotti da lanciare sullo stesso scacchiere geografico. Convertire l’intera gamma di veicoli nuovi alla propulsione elettrica equivarrebbe a questo punto a rinunciare a coprire interi mercati. Allo stesso modo, e arriviamo alla seconda questione, le Case si stanno rendendo conto che non basta chiudere il rubinetto della produzione di auto endotermiche dal 2030 o dal 2035 per creare artificialmente una domanda, in qualche modo “costringendo” la gente ad acquistare le auto a batteria. Perché fino a che i prezzi delle vetture generaliste non scenderanno (e di certo il rincaro delle materie prime, dei prodotti energetici e del litio non aiuta), la classe media, non potendo più comprare termico, semplicemente non comprerà nulla e si terrà la vecchia auto finché potrà. Il rischio per i costruttori in un mercato “electric only” è di avere volumi di vendita dimezzati.

E ora che cosa dobbiamo aspettarci? Probabilmente che l’industria continentale dell’auto ritrovi un po’ di unità nel dialogo con la Commissione europea, facendosi promotrice di soluzioni più equilibrate che, più che rallentare lo sviluppo dell’elettrico, non escludano pregiudizialmente l’apporto di altre tecnologie, come i carburanti sintetici e biologici e l’idrogeno, nella lotta alla CO2, e che contemplino la sopravvivenza oltre il 2035 dei motori termici, diesel incluso, almeno per determinati impieghi. Sarebbe auspicabile, e la stessa Commissione ha lanciato un segnale di ricettività aprendo una consultazione sul futuro della mobilità. La ricerca sull’auto a batteria nel frattempo andrà avanti, per avere sistemi di gestione dell’energia più efficienti, vetture più aerodinamiche, percorrenze più elevate e costi più gestibili. Ma come ha detto Diess, “l’introduzione dei modelli elettrici è meglio scaglionarla”. Accanto a ciò, proseguirà lo sforzo per dotare l’Europa di gigafactory per la produzione di accumulatori, perché quello è un fattore chiave nella competizione con l’Asia.

Il nodo dell’energia. Resta aperta la questione dell’approvvigionamento energetico: il mix delle fonti, a livello di continente europeo, è ancora fortemente sbilanciato verso quelle fossili e modificare questo rapporto richiederebbe un’azione più energica da parte degli Stati membri, ma non è così semplice. Tanto per fare un esempio che ci riguarda da vicino: per raggiungere gli obiettivi UE del 2030, l'Italia dovrebbe installare 8 gigawatt di rinnovabili all'anno; nel 2020 siamo arrivati a 0,8. E il nostro non è neppure tra i Paesi messi peggio. In Germania le centrali a carbone giocano un ruolo ancora significativo (circa un quarto) nella produzione di energia, in Polonia dominante (vicino al 90%). La Francia ha il nucleare, e ciò fa sì che ottenere un kWh di energia immetta nell’atmosfera solo 7 grammi di CO2 (contro i mille della Polonia). Sia noi sia la Germania abbiamo bandito le centrali atomiche. Ma siamo così sicuri di poterci permettere a lungo il lusso di farne a meno?


Fonte: https://www.quattroruote.it/news/industria-finanza/2022/01/25/transizione_energetica_tutte_le_ragioni_per_cui_l_industria_europea_frena_sull_addio_ai_motori_termici.html

Panama: "Where the World meets"
patarix2@hotmail.com Guarda Profilo WWW Email  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
Velo
Gennaio 26, 2022, 21:08:45 pm
Utente standard, V12, 4330 posts
Mi sconvolge pensare che noi quattro coxxxoni che scriviamo sul pistone a queste conclusioni eravamo arrivati da tempo, con i politici imbecilli di tutto il mondo ricco o emergente che erano riusciti a convingere azionisti e manager delle più grandi case automobilistiche. E se vogliamo l'elettrico è indispensabile il nucleare.

Una nota tecnica: faccio il 45% della strada in statale, il 40% in collina, il 10% in autostrada, il 5% in città, guidando mediamente non piano: media storica registrata dal cdb, circa 63/64 km/ora. Ma a che cazzo servirebbe migliorare l'aerodinamica?
Guarda Profilo Email  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
TonyH I'm the face of terror. Terrier Terror.
Gennaio 26, 2022, 21:46:55 pm
Staff, V12, 28265 posts
Mi sconvolge pensare che noi quattro coxxxoni che scriviamo sul pistone a queste conclusioni eravamo arrivati da tempo, con i politici imbecilli di tutto il mondo ricco o emergente che erano riusciti a convingere azionisti e manager delle più grandi case automobilistiche. E se vogliamo l'elettrico è indispensabile il nucleare.

È la congiunzione di due fattori

1- quando hai passato troppo tempo tra auto con autista, voli di stato dimentichi come si muovono le persone normali
2- il sogno di cambiare e vendere per leggere qualche centinaio di milione di autoveicoli, manna dal cielo per un settore con redditività da troppo tempo ai minimi.

Solo che quando metti assieme ideologia, superficialità e avidità non finisce mai bene.

your honor student is merely a pawn in my westie's diabolical world domination plot!
Guarda Profilo Email  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
alura
Gennaio 26, 2022, 22:41:34 pm
webmaster, V12, 49595 posts
È la congiunzione di due fattori

1- quando hai passato troppo tempo tra auto con autista, voli di stato dimentichi come si muovono le persone normali
2- il sogno di cambiare e vendere per leggere qualche centinaio di milione di autoveicoli, manna dal cielo per un settore con redditività da troppo tempo ai minimi.

Solo che quando metti assieme ideologia, superficialità e avidità non finisce mai bene.

Dal 1 ottobre 2022 non potrò più circolare a Milano con la volvo visto che e' euro5. Naturalmente e' il momento perfetto per cambiare auto... Cristo ma i politici pensano che la gente caghi soldi  Roll Eyes

Kia Sorento = Oso nei Kart
Guarda Profilo WWW Email  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
Emi ...e tre!
Gennaio 26, 2022, 22:43:17 pm
Utente standard, V12, 57046 posts
Dal 1 ottobre 2022 non potrò più circolare a Milano con la volvo visto che e' euro5. Naturalmente e' il momento perfetto per cambiare auto... Cristo ma i politici pensano che la gente caghi soldi  Roll Eyes

Non so quanta strada fai ma con il nove in 8-10k km li fai pagando la tassa di 80 euro anno...
Noi con fusion abbiamo fatto così e fanculo e' ancora lì che circola in barba ai blocchi

"Casey è il pilota con il più grande talento che io abbia mai incontrato" JLorenzo, Stoner a Rossi “La tua ambizione è superiore al tuo talento”… mancherai Casey, per me sei a livello del mito Kevin
emi_kit@hotmail.com Guarda Profilo Email  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
alura
Gennaio 26, 2022, 22:44:58 pm
webmaster, V12, 49595 posts
Non so quanta strada fai ma con il nove in 8-10k km li fai pagando la tassa di 80 euro anno...
Noi con fusion abbiamo fatto così e fanculo e' ancora lì che circola in barba ai blocchi

Si ma mi girano le palle lo stesso. Proprio perche' faccio generalmente pochissima strada.

Kia Sorento = Oso nei Kart
Guarda Profilo WWW Email  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
Emi ...e tre!
Gennaio 26, 2022, 22:48:05 pm
Utente standard, V12, 57046 posts
E allora dagli il balzello, che dal secondo anno scende a 50 euro e saluti, la morte del diesel era annunciata con tempi chiarissimi, avevi solo da non comprare diesel Cheesy

"Casey è il pilota con il più grande talento che io abbia mai incontrato" JLorenzo, Stoner a Rossi “La tua ambizione è superiore al tuo talento”… mancherai Casey, per me sei a livello del mito Kevin
emi_kit@hotmail.com Guarda Profilo Email  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
alura
Gennaio 26, 2022, 22:49:52 pm
webmaster, V12, 49595 posts
avevi solo da non comprare diesel Cheesy

parole sante!

Kia Sorento = Oso nei Kart
Guarda Profilo WWW Email  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
&re@
Gennaio 27, 2022, 08:40:24 am
Utente standard, V12, 75191 posts
la morte del diesel era annunciata con tempi chiarissimi, avevi solo da non comprare diesel Cheesy

Cool
Guarda Profilo  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
Emi ...e tre!
Gennaio 27, 2022, 09:34:59 am
Utente standard, V12, 57046 posts
parole sante!

Io sarà che quando ho preso la focus a benzina avevo già i coglioni rotti per i blocchi del traffico, oggi circoli, domani no, prendi macchina non oggi ma forse domani, scappa in moto (Hornet era euro zero ed era ferma in inverno) che non ho avuto alcun dubbio,

Anche perché io con la vecchia focus non circolavo e vedevo nel traffico le punto benzina del 1980 che fumavano azzurro viaggiare indisturbate....

Visti i km anno non ho avuto alcun dubbio e onestamente tornassi indietro la comprerei prima turbo benzina, tanto non facciamo 10k km anno, ma uscire di casa senza curarsi dei blocchi non ha prezzo

"Casey è il pilota con il più grande talento che io abbia mai incontrato" JLorenzo, Stoner a Rossi “La tua ambizione è superiore al tuo talento”… mancherai Casey, per me sei a livello del mito Kevin
emi_kit@hotmail.com Guarda Profilo Email  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
&re@
Gennaio 27, 2022, 09:47:45 am
Utente standard, V12, 75191 posts
Idem per me quando ho preso l'Altea, e venivo da un turbodiesel Euro3 che in quel momento ancora circolava, ma il futuro non era difficile da immaginare, infatti già l'anno dopo sarebbe stato bloccato.
Invece sono passati 11 anni e per ora sono libero sia con l'Altea che con la Panda (che ne ha già 10 pure lei).
Guarda Profilo  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
Emi ...e tre!
Gennaio 27, 2022, 10:40:47 am
Utente standard, V12, 57046 posts
A Torino se non sbaglio sono bloccati i benzina euro 2
Prima che bloccano i benzina euro 5 come la focus passano anni

"Casey è il pilota con il più grande talento che io abbia mai incontrato" JLorenzo, Stoner a Rossi “La tua ambizione è superiore al tuo talento”… mancherai Casey, per me sei a livello del mito Kevin
emi_kit@hotmail.com Guarda Profilo Email  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
&re@
Gennaio 27, 2022, 10:47:40 am
Utente standard, V12, 75191 posts
Anche a BO, Diesel fino a Euro3 (quindi non c'è neanche male, nel complesso).
Però in caso di misure emergenziali, per i benzina non cambia niente mentre per i diesel sono bloccati anche gli Euro4.

In tutto ciò... oggi ho l'Altea in officina e sono fuori con la macchina Euro zero Tongue
Guarda Profilo  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
TonyH I'm the face of terror. Terrier Terror.
Gennaio 27, 2022, 11:08:44 am
Staff, V12, 28265 posts
Citato da: alura link=topic=59877.msg1415277 #msg1415277 date=1643233294
Dal 1 ottobre 2022 non potrò più circolare a Milano con la volvo visto che e' euro5. Naturalmente e' il momento perfetto per cambiare auto... Cristo ma i politici pensano che la gente caghi soldi  Roll Eyes

Mio papà ha dovuto cambiare il Sedici per lo stesso motivo, glielo bloccavano ogni 3x2. Macchina di 7 anni  Lips Sealed

Adesso c’è il Move-in ma non vale per i blocchi emergenziali.

In compenso dal 1/1/2023 potrò girare tutti i giorni col GTV  Grin

your honor student is merely a pawn in my westie's diabolical world domination plot!
Guarda Profilo Email  Loggato 
   Re: Case europee rallentano l'addio all'endotermico   Vai Giù Vai Su Le News Indice del forum
Emi ...e tre!
Gennaio 27, 2022, 11:10:24 am
Utente standard, V12, 57046 posts
Il nove in e un palliativo che ti permette di non buttare una macchina se fai poca strada e se hai un alternativa nei blocchi emergenziali

Noi la fusion l abbiamo salvata così, se arriva alla patente di mia figlia (2 anni) la usiamo per fare pratica e poi la cambiamo

"Casey è il pilota con il più grande talento che io abbia mai incontrato" JLorenzo, Stoner a Rossi “La tua ambizione è superiore al tuo talento”… mancherai Casey, per me sei a livello del mito Kevin
emi_kit@hotmail.com Guarda Profilo Email  Loggato 
Pagine: [1] 2 3 ... 5 Vai Su Stampa 
Salta a:  

Powered by MySQL Powered by PHP ilPistone.com | Powered by SMF 1.0.2.
© 2001-2004, Lewis Media. All Rights Reserved.
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!
Pagina creata in 0.07 secondi con 36 queries.