76 Visitatori + 1 Utente = 77

&re@
  Mostra Posts
Pagine: [1] 2 3 ... 1141
1  Passion / Sport / Re: Il caldo nei rallys.....ed il loock il: Aprile 29, 2014, 14:34:24 pm
Non appena diffuse le voci su un possibile stiramento muscolare alla gamba che Button si sarebbe provocato lo scorso weekend durante una competizione di triathlon alle Canarie, prontamente è giunta la smentita della McLaren.

“Jenson ha deciso di non completare la corsa ma sta bene ed è in perfetta forma – ha dichiarato un portavoce secondo quanto riportato da Autosport – Al contrario di quanto riferito dai report che si sono susseguiti posso confermare che non ha subito alcuna lesione e anzi al momento si sta allenando al simulatore per prepararsi al meglio in vista del Gp di Spagna”.
2  Passion / Sport / Re: WRC 2014 - notizie curiosità ecc. il: Aprile 28, 2014, 13:05:57 pm
Dopo quattro rally di quest'anno , Mads Ostberg fa il suo adattamento alla DS3 WRC : " Sto cercando di adattarsi alla vettura . Ho guidato la Fiesta per tre anni ed è una bella grande passo per passare alla Citroen . "
In uno stile ben nordico , il norvegese utilizzato per contare di più sul retrotreno : "Ho cercato di cambiare la DS3 per soddisfare la mia guida un po 'più di tutti , come ho fatto io con la Fiesta . Ma ho capito che non sarebbe stato facile e che Citroën era completamente diverso. "
L'ex pilota Ford capito subito hanno dovuto adattarsi alla macchina , piuttosto che cercare di cambiare : "Devi guidare ulteriormente verso la parte anteriore della vettura e più sottosterzo . L'auto è più stabile e ti dà buona pressione frenante al fronte per rendere la vettura turno . Questo è un modo speciale per guidare l'auto e migliora più , mi fa più e più velocemente . "
L'anno scorso , Dani Sordo ha spesso lamentato del sottosterzo marcato che adatta un certo Sebastian Loeb
3  Passion / Sport / Re: WRC 2014 - notizie curiosità ecc. il: Aprile 28, 2014, 13:01:26 pm
La Hyundai ha riaccolto Bryan Bouffier nella sua squadra di piloti, assegnandogli nuovamente un ruolo di test driver. Il francese, già vincitore del Rally di Montecarlo quando si disputava nel calendario dell'IRC, aveva già lavorato della squadra di Alzenau lo scorso anno, ma poi la Casa coreana non gli aveva prospettato un impegno in gara per il 2014.

Per questo le due parti si erano separate, anche se la distanza è durata davvero poco, visto che Bouffier è risaltato in sella ed il prossimo 30-31 maggio sarà al via del Rally di Antibes con una i20 WRC sperimentale, che proverà in vista della seconda parte della stagione.

"Abbiamo deciso di partecipare al Rally di Antibes il mese prossimo per accumulare dei chilometri su asfalto e testare alcuni componenti per la seconda metà del campionato. Pensiamo che sia meglio farlo in un contesto di gara piuttosto che in un tradizionale test e Bryan ci è sembrato il pilota ideale per rispondere q a questa esigenza, perchè conosce bene la macchina e la gara
" ha detto Bouffier.
4  Passion / Sport / Re: SBK - TT Circuit di Assen, notizie, class. e curiosità il: Aprile 27, 2014, 20:51:28 pm
GARA 2 E' successo di tutto ad Assen dalle 13:10, orario fissato per la seconda gara del Mondiale Superbike, tranne la gara vera e propria. Quando sembrava tutto pronto per la partenza di una corsa che era stata data come asciutta, la pioggia ha iniziato a cadere sul tracciato olandese, provocando un ritardo nella procedura di partenza necessario per permettere a tutti di montare le gomme da bagnato.

Inizialmente c'è stata anche una fase transitoria in cui poi non pioveva abbastanza per bagnare l'asfalto, quindi molti piloti non sapevano che tipo di gomme scegliere. Una volta che le moto sono arrivate sulla griglia però si è abbattuto un vero e proprio nubifragio, che ha reso più facili le scelte.

Giusto quelle però, perché poi la gara è ripartita regolarmente, pur essendo accorciata da 21 a 15 giri, ma è stata solo una breve illusione: pur essendo in fuga, alla conclusione del terzo giro Sylvain Guintoli ha infatti alzato la mano invitando la direzione gara ad interrompere la gara perchè le condizioni erano estremamente pericolose, soprattutto nel tratto della pista più lontano dai box.

Ora siamo ancora in attesa di una decisione sul da farsi: Gregorio Lavilla della Dorna ha già fatto qualche giro di pista con la safety car in compagnia proprio di Guintoli, ma non hanno ancora reputato le condizioni adatte a ripartire. Non resta quindi che attendere per capire se gara 2 alla fine si farà o meno.
5  Passion / Sport / Re: MOTOMONDIALE 2014, GP di ARGENTINA, notizie, classifiche e curosità il: Aprile 27, 2014, 20:50:48 pm
Moto3 Romano Fenati conquista la vittoria all’Autodromo Termas de Rio Hondo e, due anni dopo il successo di Jerez 2012, riporta l’Italia sul gradino più alto del podio nella “entry class” del Motomondiale. Protagonista sin dalle prime fasi di gara, il portacolori dello Sky Racing Team VR46 ha dato tutto per centrare questo risultato inventandosi, proprio all’ultimo tornantino a pochi metri dal traguardo, un deciso sorpasso per la leadership a scapito di Jack Miller. Una “spallata” nei confronti dell’australiano (tuttora “sotto investigazione” da parte della direzione gara) che ha aperto la strada verso una storica affermazione per tutto il motociclismo italiano, con l’ascolano che ha ulteriormente recuperato terreno in classifica nei confronti di Miller (finito poi 3°) in campionato.

La gioia di “Fenny”, festeggiato all’arrivo in parco chiuso da tutto lo Sky Racing Team VR46 (e da Valentino Rossi), in una giornata dove il tricolore torna a sventolare sul gradino più alto del podio in Moto3 a scapito di Alex Marquez, secondo con la Honda NSF250RW ufficiale HRC del Monlau Competicion, del già menzionato Jack Miller ed un sorprendente Livio Loi, nel giorno del suo 17° compleanno quarto assoluto con la KALEX-KTM del Marc VDS Racing Team confermando i progressi evidenziati sin dall’esordio a Jerez dello scorso anno.

Oltre a Fenati, legittima soddisfazione per Enea Bastianini, 10° con la KTM RC 250 GP dello Junior Team GO&FUN Gresini alla sua terza presenza nel Motomondiale, seguito da un ottimo Alessandro Tonucci che porta la Mahindra MGP3O del CIP Moto in tredicesima posizione. Gara da dimenticare per Francesco Bagnaia (Sky Racing Team VR46) e Niccolò Antonelli (Junior Team GO&FUN Gresini), fuori gioco nel corso dell’8° giro, KO anche gli alfieri del San Carlo Team Italia Matteo Ferrari e Andrea Locatelli, quest’ultimo travolto al via da Karel Hanika ed al centro medico per una sospetta lesione alla mano destra.
6  Passion / Sport / Re: MOTOMONDIALE 2014, GP di ARGENTINA, notizie, classifiche e curosità il: Aprile 27, 2014, 20:45:24 pm
Mondiale MOTOGP
1       Marc Márquez    Honda    75
2       Daniel Pedrosa    Honda    56
3        Valentino Rossi    Yamaha    41
4       Andrea D ovizioso    Ducati    34
5       Andrea Iannone    D ucati    25
6       Stefan Bradl    Honda    24
7       Jorge Lorenzo    Yamaha    22
8       Aleix Espargaró    Forward Yamaha    21
9       Bradley Smith    Yamaha    20
10       Pol Espargaró    Yamaha    18
11       Nicky Hayden    Honda    18
12       Hiroshi Aoyama    Honda    15
13       Scott Redding    Honda    11
14       Yonny Hernández    Ducati    11
15       Cal Crutchlow    Ducati    10


Mondiale costruttori Motogp

Pos    Team    Punti
1    Honda    75
2    Yamaha    47
3    Ducati    37
4    Forward Yamaha/Yamaha    21
5    ART/Aprilia    2
6    PBM/Aprilia    1
7    Avintia/Kawasaki    1
7  Passion / Sport / Re: MOTOMONDIALE 2014, GP di ARGENTINA, notizie, classifiche e curosità il: Aprile 27, 2014, 20:36:49 pm
Moto GP  Terza vittoria consecutiva per Marc Marquez che si aggiudica anche il gran premio di Argentina, terza prova del motomondiale. Lo spagnolo dell'Honda ha preceduto il compagno di squadra Daniel Pedrosa e il pilota della Yamaha, Jorge Lorenzo. Quarto posto per la Yamaha di Valentino Rossi, sesto il pilota della Ducati Andrea Iannone.
1       Marc Márquez    Honda RC213V    41'39''821    25
2       Daniel Pedrosa    Honda RC213V    41'41''658    25
3       Jorge Lorenzo    Yamaha YZR-M1    41'43''022    25
4       Valentino Rossi    Yamaha YZR-M1    41'44''719    25
5       Stefan Bradl    Honda RC213V    41'54''850    25
6       Andrea Iannone    Ducati Desmosedici GP14    41'59''268    25
7       Bradley Smith    Yamaha    42'04''013    25
8       Pol Espargaró    Yamaha    42'08''939    25
9       Andrea Dovizioso    Ducati Desmosedici GP14    42'13''494    25
10       Hiroshi Aoyama    Honda RCV1000R    42'23''100    25
11       Nicky Hayden    Honda RCV1000R    42'23''173    25
12       Yonny Hernández    Ducati Desmosedici GP14    42'24''640    25
13       Karel Abraham    Honda RCV1000R    42'24''999    25
14       Scott Redding    Honda RCV1000R    42'28''477    25
15       Aleix Espargaró    Forward Yamaha    42'32''071    25
16       Héctor Barberá    Avintia    42'33''326    25
17       Michele Pirro    Ducati Desmosedici GP14    42'33''490    25
18       Michael Laverty    PBM    42'36''391    25
19       Mike Di Meglio    Avintia    42'42''961    25
20       Colin Edwards    Forward Yamaha    42'45''581    25
21       Broc Parkes    PBM    42'56''543    25
8  Passion / Sport / Re: MOTOMONDIALE 2014, GP di ARGENTINA, notizie, classifiche e curosità il: Aprile 27, 2014, 15:22:55 pm
Conclusivi 20 minuti di Warm Up pre-gara della MotoGP all’Autodromo Termas de Rio Hondo, sempre Marc Marquez a far l’andatura. Campione del Mondo in carica, capoclassifica di campionato a punteggio pieno e poleman dei primi tre eventi della stagione, il fenomeno di Cervera ha ultimato i preparativi in vista della gara fermando i cronometri sull’1’38″898 sufficienti per distanziare di 624/1000 Aleix Espargaro, secondo con la Forward Yamaha FTR iscritta alla classe “Open”.

Buona prestazione per il bi-Campione del Mondo CRT in carica che tiene testa alle Yamaha M1 Factory di Jorge Lorenzo (3° a 0″660) e Valentino Rossi, quarto scontando un gap di 0″716. Sotto al 1″ di svantaggio dalla vetta non manca Dani Pedrosa, quinto a precedere nell’ordine Stefan Bradl e Pol Espargaro, settimo su Yamaha Tech 3 seguito dalle Ducati di Andrea Iannone e Andrea Dovizioso con Alvaro Bautista a completare la top-10.

Sempre a proposito di piloti italiani, Michele Pirro è 16° a 1″8 dalla vetta con la Desmosedici GP14 ufficiale ereditata dall’infortunato Cal Crutchlow, 22° invece Danilo Petrucci con la ART di Iodaracing Project. Alle 14:00 locali, le 19:00 italiane, il via della gara.
9  Passion / Sport / Rallye di Monte Carlo fino al 2020 il: Aprile 27, 2014, 13:58:11 pm
WRC ormai conosciamo le date del Calendario dei prossimi Rallye di Monte Carlo fino al 2020, ovviamente sotto riserva di modifica da parte della Fia.

Come abbiamo avuto modo di scrivere il Rallye di MonteCarlo verrà spostato a fine Gennaio per non farsi concorrenza mediatica con l’evento della Dakar ed avere una migliore copertura quasi in esclusiva.

Una precisazione è d’obbligo, a partire dal 2017, il Rally passerà da 5 giorni a 6 giorni, ormai con la prossima Regolamentazione che entrerà di validità dal 2017 possiamo asserire che i Rally del Wrc avranno una tappa in più !

83e RALLYE AUTOMOBILE MONTE-CARLO
dal 20 al 25 gennaio 2015

84e RALLYE AUTOMOBILE MONTE-CARLO
dal 25 al 31 gennaio 2016

85e RALLYE AUTOMOBILE MONTE-CARLO
dal 23 al 29 gennaio 2017

86e RALLYE AUTOMOBILE MONTE-CARLO
dal 22 al 28 gennaio 2018

87e RALLYE AUTOMOBILE MONTE-CARLO
dal 21 al 27 gennaio 2019

88e RALLYE AUTOMOBILE MONTE-CARLO
dal 20 al 26 gennaio 2020
10  Passion / Sport / Re: MOTOMONDIALE 2014, GP di ARGENTINA, notizie, classifiche e curosità il: Aprile 27, 2014, 13:51:32 pm
Moto 3Gli avversari hanno ridotto il gap, ma c’è sempre Marc Marquez al comando. La terza e decisiva sessione di prove libere per determinare i 10 piloti ammessi direttamente al “Q2″ delle qualifiche ufficiali ha visto il Campione del Mondo in carica fermare i cronometri sull’1’71, poco meglio rispetto all’1’39″313 siglato ieri nel corso delle FP2. Ancora un’ottima prestazione del fenomeno di Cervera, ma alle sue spalle hanno ridotto il gap Dani Pedrosa, 2° a 159/1000, e Valentino Rossi, balzato al terzo posto assoluto scontando 287/1000 di vantaggio grazie al riferimento di 1’39″458.

Scala la classifica il 9 volte Campione del Mondo, tra i sette piloti scesi sotto il muro dell’1’40″: tra questi non manca Aleix Espargaro, 4° e leader di classe “Open” con la Forward Yamaha FTR seguito da Andrea Dovizioso (5°), Stefan Bradl e Jorge Lorenzo, settimo a 611/1000 dalla vetta. Contiene il gap a poco meno di 9/10 Andrea Iannone, ottavo con la Ducati Desmosedici GP14 “Factory con concessioni Open” del Pramac Racing ed insieme ad Alvaro Bautista e Pol Espargaro (brutta caduta senza conseguenze alla curva 14 che immette sul rettilineo dei box) nel novero dei 10 piloti qualificati di diritto al Q2.

Sfuma questo traguardo per 153/1000 a Bradley Smith, 11° a precedere Yonny Hernandez (Ducati Desmosedici GP13 del Pramac Racing), Colin Edwards e Nicky Hayden con Michele Pirro (sostituto dell’infortunato Cal Crutchlow con la Ducati ufficiale) e Danilo Petrucci (ART Iodaracing Project) rispettivamente in 16° e 21° posizione
11  Passion / Sport / Re: WRC2014 - 2014 RALLY D'ARGENTiNA, notizie, classifichhe e curiosità il: Aprile 27, 2014, 13:46:47 pm
Moto 3Gli avversari hanno ridotto il gap, ma c’è sempre Marc Marquez al comando. La terza e decisiva sessione di prove libere per determinare i 10 piloti ammessi direttamente al “Q2″ delle qualifiche ufficiali ha visto il Campione del Mondo in carica fermare i cronometri sull’1’39″171, poco meglio rispetto all’1’39″313 siglato ieri nel corso delle FP2. Ancora un’ottima prestazione del fenomeno di Cervera, ma alle sue spalle hanno ridotto il gap Dani Pedrosa, 2° a 159/1000, e Valentino Rossi, balzato al terzo posto assoluto scontando 287/1000 di vantaggio grazie al riferimento di 1’39″458.

Scala la classifica il 9 volte Campione del Mondo, tra i sette piloti scesi sotto il muro dell’1’40″: tra questi non manca Aleix Espargaro, 4° e leader di classe “Open” con la Forward Yamaha FTR seguito da Andrea Dovizioso (5°), Stefan Bradl e Jorge Lorenzo, settimo a 611/1000 dalla vetta. Contiene il gap a poco meno di 9/10 Andrea Iannone, ottavo con la Ducati Desmosedici GP14 “Factory con concessioni Open” del Pramac Racing ed insieme ad Alvaro Bautista e Pol Espargaro (brutta caduta senza conseguenze alla curva 14 che immette sul rettilineo dei box) nel novero dei 10 piloti qualificati di diritto al Q2.

Sfuma questo traguardo per 153/1000 a Bradley Smith, 11° a precedere Yonny Hernandez (Ducati Desmosedici GP13 del Pramac Racing), Colin Edwards e Nicky Hayden con Michele Pirro (sostituto dell’infortunato Cal Crutchlow con la Ducati ufficiale) e Danilo Petrucci (ART Iodaracing Project) rispettivamente in 16° e 21° posizione
12  Passion / Sport / Re: SBK - TT Circuit di Assen, notizie, class. e curiosità il: Aprile 27, 2014, 13:44:33 pm
Una bandiera rossa a cinque giri dal termine per la presenza di olio in pista lasciato dalla EBR 1190RX di Geoff May ha consegnato la vittoria di Gara 1 al TT Circuit Van Drenthe di Assen a Sylvain Guintoli. Alla seconda affermazione stagionale dopo Phillip Island, la terza con Aprilia e seconda in Superbike ad Assen, l’esperto pilota francese della Aprilia rilancia le proprie quotazioni in campionato regolando Tom Sykes, secondo e suo malgrado costretto ad accantonare i propositi ambiziosi per l’interruzione anticipata della contesa.

Scattato come un fulmine, in fuga solitaria nella prima fase di gara, Guintoli si è trovato ben presto a dover amministrare un vantaggio superiore ai 2″ sul terzetto formato da Sykes, Baz e Rea. Staccatosi da questo gruppetto, il Campione del Mondo in carica (rimasto saldamente al comando della classifica) ha colmato giro dopo giro lo svantaggio nei confronti della Aprilia RSV4 Factory #50 tanto da ritrovarsi a 1″2 pochi istanti prima dell’inevitabile “red flag” esposta dalla direzione gara. Vince così Guintoli, Sykes con il secondo posto porta a 11 le lunghezze di vantaggio sul compagno di squadra Loris Baz, quarto e preceduto sul traguardo da Jonathan Rea che sul tracciato di casa Ten Kate porta la CBR 1000RR Fireblade SP iscritta sotto le insegne del Pata Honda World Superbike Team al secondo podio stagionale.

Oltre al poleman Baz, giù dal podio chiude in quinta posizione un buon Toni Elias, quinto con la Aprilia RSV4 Factory del Team Red Devils Roma a precedere Marco Melandri, in difficoltà così come per tutto l’arco del weekend portando a casa un 6° posto davanti a Chaz Davies (Ducati 1199 Panigale R), Leon Haslam (Pata Honda), Alex Lowes (Crescent Suzuki) e Niccolò Canepa, 10° e vincitore di classe “EVO” con la Ducati 1199 Panigale R dell’Althea Racing.

Fuori gioco per una caduta al primo giro Davide Giugliano presto imitato da Eugene Laverty, sfiorano un sensazionale piazzamento nella top-10 i nostri Ayrton Badovini (11° con la Bimota BB3 “EVO” del Team Alstare, ma “trasparente” ai fini capionato) e Luca Scassa, 12° sul traguardo (11° escludendo la Bimota di Badovini) e secondo di classe “EVO” con la prima Kawasaki Ninja ZX-10R del Team Pedercini Racing. Due punticini anche per la MV Agusta con Claudio Corti 14°, a seguire Alessandro Andreozzi è classificato 17° mentre Michel Fabrizio è stato costretto al ritiro.

http://www.bikeracing.it/topnews/137423_superbike-assen-gara-1-guintoli-prima-della-bandiera-rossa/
13  Passion / Sport / Re: SBK - TT Circuit di Assen, notizie, class. e curiosità il: Aprile 26, 2014, 19:25:43 pm
Griglia di partenza
1       Loris Baz    Kawasaki ZX-10R    01'34''357
2       Sylvain Guintoli    Aprilia RSV4 Factory    01'34''845
3       Tom Sykes    Kawasaki ZX-10R    01'35''311
4       Marco Melandri    Aprilia RSV4 Factory    01'35''333
5       Jonathan Rea    Honda CBR 1000RR    01'35''361
6       Davide Giugliano    Ducati 1199 Panigale R    01'35''476
7       Niccolò Canepa    Ducati 1199 Panigale R    01'35''500
8       Eugene Laverty    Suzuki GSX-R 1000    01'35''646
9       Alex Lowes    Suzuki GSX-R 1000    01'35''684
10       Toni Elías    Aprilia RSV4 Factory    01'36''203
11       Leon Haslam    Honda CBR 1000RR    01'36''284
12       Chaz Davies    Ducati 1199 Panigale R    01'36''288
13       Leon Camier    BMW S1000 RR    01'36''434
14       Ayrton Badovini    Bimota BB3    01'36''547
15       David Salom    Kawasaki ZX-10R    01'36''749
16       Christian Iddon    Bimota BB3    01'36''772
17       Claudio Corti    MV Agusta F4 RR    01'36''888
18       Jeremy Guarnoni    Kawasaki ZX-10R    01'37''141
19       Sheridan Morais    Kawasaki ZX-10R    01'37''280
20       Luca Scassa    Kawasaki ZX-10R    01'37''343
21       Michel Fabrizio    Kawasaki ZX-10R    01'37''648
22       Fabien Foret    Kawasaki ZX-10R    01'38''038
23       Alessandro Andreozzi    Kawasaki ZX-10R    01'38''771
24       Kervin Bos    Honda CBR 1000RR    01'38''860
25       Imre Tóth    BMW S1000 RR    01'39''464
26       Aaron Yates    EBR 1190RX    01'40''502
27       Geoff May    EBR 1190RX    01'40''889
0       Péter Sebestyén    BMW S1000 RR    01'42''580
14  Passion / Sport / Re: MOTOMONDIALE 2014, GP di ARGENTINA, notizie, classifiche e curosità il: Aprile 26, 2014, 19:18:05 pm
Motq2 Argentina, Libere 3 L' australiano Jack Miller (KTM) scatterà in pole position nel Gp d'Argentina, classe Moto3, grazie al tempo di 1'49"200 fatto segnare nelle prove ufficiali. In prima fila anche lo spagnolo Efrem Vazquez (Honda) e l'inglese Danny Kent (Husqvarna), rispettivamente secondo e terzo. Il migliore tra gli italiani è Romano Fenati (KTM), che ha ottenuto il quinto tempo in 1'49"856 a 0,656s da Miller.

15  Passion / Sport / Re: SBK - TT Circuit di Assen, notizie, class. e curiosità il: Aprile 26, 2014, 14:19:43 pm
Prove libere 4 Leader nelle FP3, il Campione del Mondo in carica Tom Sykes si è confermato in cima al monitor dei tempi anche nella conclusiva mezz’ora di prove libere pre-Superpole. Lavorando soprattutto in assetto da gara, “The Grinner” con la Kawasaki Ninja ZX-10R ufficiale KRT ha fermato i cronometri sull’1’35"41, sufficiente per distanziare di 2/10 Davide Giugliano e Sylvain Guintoli, rispettivamente secondo e terzo a precedere Jonathan Rea (4°) ed Eugene Laverty (5°).

Cinque differenti case costruttrici (Kawasaki, Ducati, Aprilia, Honda, Suzuki) rappresentate ai primi cinque posti della graduatoria e racchiuse in soli 353/1000, altri tre attesi protagonisti con un distacco inferiore al 1″ dalla vetta: questo il caso di Loris Baz (Kawasaki KRT, 6°), Alex Lowes (Crescent Suzuki, 7° e vincitore ad Assen lo scorso anno in Gara 1 del British Superbike) più Toni Elias, decisamente competitivo questo fine settimana con la Aprilia RSV4 Factory del team Red Devils Roma. Se Marco Melandri 13° è nuovamente fuori dalla top-10, tra le “EVO” miglior crono e 9° posto assoluto di Leon Camier con la BMW S1000RR di BMW Motorrad Italia ereditata dall’infortunato Sylvain Barrier mentre Niccolò Canepa, sensazionale 7° nelle FP3 (e qualificatosi direttamente per la Superpole 2) è 11° con la Ducati 1199 Panigale R dell’Althea Racing.
:

1. Tom Sykes GBR Kawasaki Racing ZX-10R 1m 35.441s
2. Davide Giugliano ITA Ducati SBK 1199 Panigale R 1m 35.643s
3. Sylvain Guintoli FRA Aprilia Racing RSV4 1m 35.679s
4. Jonathan Rea GBR PATA Honda CBR1000RR 1m 35.756s
5. Eugene Laverty IRL Voltcom Crescent Suzuki GSX-R1000 1m 35.794s
6. Loris Baz FRA Kawasaki Racing ZX-10R 1m 35.818s
7. Alex Lowes GBR Voltcom Crescent Suzuki GSX-R1000 1m 35.939s
8. Toni Elias ESP Red Devils Roma Aprilia RSV4 1m 36.393s
9. Leon Camier GBR BMW Italia S1000RR 1m 36.531s (E)
10. Leon Haslam GBR PATA Honda CBR1000RR 1m 36.645s
11. Niccolo Canepa ITA Althea Ducati 1199 Panigale R 1m 36.767s (E)
12. Chaz Davies GBR Ducati SBK 1199 Panigale R 1m 36.004s
13. Marco Melandri ITA Aprilia Racing RSV4 1m 37.071s
14. Sheridan Morais RSA IRON BRAIN Kawasaki ZX-10R 1m 37.384s (E)
15. Christian Iddon GBR Bimota Alstare BB3 1m 37.567s (E)
16. Claudio Corti ITA MV Agusta RC F4RR 1m 37.635s
17. Ayrton Badovini ITA Bimota Alstare BB3 1m 37.885s (E)
18. Fabien Foret FRA MAHI Kawasaki ZX-10R 1m 38.281s (E)
19. David Salom ESP Kawasaki Racing ZX-10R 1m 38.321s (E)
20. Jeremy Guarnoni FRA MRS Kawasaki ZX-10R 1m 38.386s (E)
21. Michel Fabrizio ITA IRON BRAIN Kawasaki ZX-10R 1m 38.608s (E)
22. Alessandro Andreozzi ITA Pedercini Kawasaki ZX-10R 1m 38.815s (E)
23. Imre Toth HUN Team Toth BMW S1000RR 1m 38.886s
24. Luca Scassa ITA Pedercini Kawasaki ZX-10R 1m 39.041s (E)
25. Kervin Bos NED Winterb Honda CBR1000RR 1m 39.987s (E)
26. Geoff May USA Team Hero EBR 1190RX 1m 41.904s
27. Aaron Yates USA Team Hero EBR 1190RX 1m 42.097s
28. Peter Sebestyen HUN Team Toth BMW S1000RR 1m 42.766s (E)
Per quanto concerne gli altri nostri portabandiera, Claudio Corti è 16° con la MV Agusta F4 RR tra le Bimota BB3 Alstare di Christian Iddon (15°) ed Ayrton Badovini (17°), in 21° posizione figura Michel Fabrizio con la Kawasaki Grillini davanti alle Ninja ZX-10R del Team Pedercini Racing condotte da Alessandro Andreozzi (22°) e Luca Scassa (24°). Alle 15:00 la Superpole.


http://sbk.perugiatiming.com/pdf_results/pdf_frame.asp?p_Anno=2014&p_Manifestazione=03&p_Round=ROUND&p_Gara=01
Pagine: [1] 2 3 ... 1141
Powered by MySQL Powered by PHP ilPistone.com | Powered by SMF 1.0.2.
© 2001-2004, Lewis Media. All Rights Reserved.
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!
Pagina creata in 0.413 secondi con 23 queries.